Il contributo degli avvocati Di Comite e Semeraro sul tema delle nuove sanzioni USA nei confronti dell’Iran

by Comunicazione in Diritto internazionale, Internazionalizzazione

Polis Avvocati ha un team di professionisti impegnati, a vario titolo, nel settore del commercio internazionale e  dell'Internazionalizzazione delle imprese composto dagli avvocati Andrea Di Comite, Federico Straziota, Mirco Semeraro, Isabella Nuzzolese, Stefano Starita, Federico Ceci. Di seguito l'analisi degli avvocati Di Comite e Semeraro sulle nuove sanzioni che il Governo degli Stati Uniti ha istituito nei confronti della Repubblica Islamica dell'Iran. "Con l’Ordine Esecutivo del 10.1.2020, il Governo degli Stati Uniti d’America ha implementato l’apparato sanzionatorio – già in vigore – nei confronti della Repubblica Islamica dell’Iran al fine di limitarne ulteriormente la potenzialità bellica. Le motivazioni politiche possono essere rintracciate nell’epigrafe del documento e sono sostanzialmente riconducibili alla – presunta – vicinanza del Governo iraniano a personaggi e organizzazioni terroristiche; da qui l’asserita necessità di limitare lo sviluppo nucleare e missilistico dell’Iran, attraverso l’introduzione di misure reali destinate a colpire soggetti impegnati in determinati settori dell’economia iraniana. In particolare, la Sez. 1(a) dell’E.O. – attraverso l’utilizzo delle formule tipiche degli ordini esecutivi presidenziali – dispone il sequestro, o comunque il “blocco”, delle proprietà o dei diritti vantati sulle stesse, ove presenti sul territorio statunitense, qualora:

  • siano riconducibili a persone fisiche e giuridiche impegnate nei settori dell’economia iraniana relativi alle costruzioni, all’estrazione mineraria e alla produzione tessile;
  • siano riconducibili a soggetti “coscientemente” coinvolti all’interno di transazioni per la vendita, l’approvvigionamento o il trasferimento di beni e servizi connessi ai settori dell’economia iraniana specificati nella 1(a);
  • siano riconducibili a soggetti che abbiano materialmente assistito o fornito materiale o tecnologie in supporto delle persone, fisiche e giuridiche, con proprietà sottoposte alle misure reali dell’E.O;
  • siano riconducibili a soggetti posseduti o controllati, direttamente o indirettamente, da qualsiasi persona i cui beni risultino “bloccati” ai sensi dell’E.O.
L’Ordine Esecutivo – anche qui reiterando una tecnica normativa ormai risalente – prevede inoltre sanzioni per le istituzioni finanziarie straniere: difatti, qualora un soggetto sia sospettato di aver “coscientemente” facilitato o condotto una operazione per la vendita, la fornitura o l’approvvigionamento di beni e servizi legati ad uno dei settori contemplati dalla Sez. 1(a), potrà essere destinatario del divieto assoluto di mantenere un conto passivo negli Stati Uniti, ovvero il medesimo conto potrà essere soggetto a condizioni o prescrizioni impartite dal Governo statunitense. Ad ogni modo, si evidenzia che nella dalla Sez. 11 dell’E.O. viene comunque nuovamente ribadita la cd. “esenzione umanitaria”, in base alla quale, sono escluse dall’applicazione delle sanzioni tutte quelle operazioni aventi ad oggetto la vendita e la fornitura di commodities agricole, medicine o strumenti medici verso l’Iran".  

Read more

L’avvocato Laforgia oggi all’aperitivo giuridico “Un porto insicuro? I diritti che vengono dal mare”

by Comunicazione in Eventi, News, Senza categoria

Questo pomeriggio alle 17.30 nella Sala Consiliare del Comune di Bari si svolgerà l'incontro "Un porto insicuro? I diritti che vengono dal mare", con l'intervento, tra gli altri, del penalista Michele Laforgia, founding partner di Polis Avvocati. L'incontro, che rientra nel ciclo "Aperitivo Giuridico" organizzato dal Comitato Pari Opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Bari, con il patrocinio della Camera Penale di Bari "Achille Lombardo Pijola", dell'Ordine degli Avvocati, e del Comune di Bari, ha l'intento di riaccendere i riflettori sulla vicenda legata al diniego di approdo per la SEA WATCH, e al contrasto tra la lettura tecnico giuridica e la campagna mediatica portata avanti dai social a scopo politico e secondo gli indirizzi di appartenenza. L'evento è accreditato dal COA di Bari con 3 crediti formativi, dei quali 1 in materia obbligatoria.

Read more

Il Tribunale di Bari assolve l’ex sindaco di Gioia del Colle e due consiglieri comunali assistiti da Polis AvvocatiI

by Comunicazione in Diritto Penale

Il Giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Bari, con sentenza del 27 novembre 2019, ha dichiarato il “non doversi procedere”  perché “il fatto non sussiste” nei confronti dell’ex sindaco di Gioia del Colle (Ba), Sergio Povia e dei due consiglieri comunali  Vito Ludovico e Filippo Davide Martucci, assistiti dai penalisti Giovanni Orfino e Michele Laforgia di Polis Avvocati. I tre – insieme ad altri - erano imputati di abuso d’ufficio per aver votato in modo favorevole, nella seduta consiliare del 25 ottobre 2013, una delibera che, secondo l’accusa, avrebbe recato un danno al titolare di una ditta di Gioia del Colle che voleva realizzare in loco un impianto per la gestione di rifiuti. Il giudice ha accolto in pieno la tesi difensiva, basata sul fatto che la delibera in questione era semplicemente finalizzata alla adozione di un atto di indirizzo politico che nulla aveva a che vedere con le doglianze mosse dal denunciante.  

Read more
 
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Informativa sui cookie
Ok