Viewing posts categorised under: News

Polis Avvocati vince il premio “Boutique emergente dell’anno Diritto Societario multidisciplinare ai Le Fonti Awards 2019

by Comunicazione in Diritto Societario, News, Premi

Polis Avvocati è stata premiata quale “Boutique emergente dell’anno – Diritto Societario multidisciplinare” ai Le Fonti Awards 2019. Le Fonti Awards è una delle più prestigiose manifestazioni italiane dedicate al mondo dell’impresa, patrocinata dalla Commissione Europea. La cerimonia di consegna si è svolta ieri sera a Milano, a Palazzo Mezzanotte, con la partecipazione di centinaia di rappresentanti del mondo dell’impresa e dei più accreditati studi legali e avvocati d’Italia.

A ritirare il premio sono stati Francesco Paolo Bello, managing partner dello studio, e i soci Maria Luisa Maggiolino e Antonio Arzano (nelle foto). 

“Ringrazio Le Fonti per aver riconosciuto in Polis l’impegno nel settore del Diritto Societario, oggi più che mai necessario per uno studio multidisciplinare come il nostro – commenta l’avvocato FP Bello -. Ringrazio soprattutto i colleghi del Dipartimento di Diritto Societario, a cominciare dal professor Michele Castellano, insieme a Fabio Di Cagno, presidente di Polis, e agli avvocati Paolo Di Bello, Gloria VisaggioNicola Di Cagno, Nicolò Muciaccia, e tutti i colleghi dello studio. Dopo i due prestigiosi premi ricevuti lo scorso anno da Legalcommnity per la migliore governance e per il miglior studio di Diritto Societario di Puglia, un altro riconoscimento nazionale arriva oggi a conferma della professionalità che Polis mette costantemente nella cura del cliente, motivandoci a fare sempre meglio”.

Read more

Il 30 maggio a Bari si parla de “La giustizia, la politica e noi”, il libro dell’avvocato Gianni Di Cagno, a Palazzo di Giustizia

by Comunicazione in Eventi, News

Verrà presentato giovedì 30 maggio, alle 16.00, nel Palazzo di Giustizia di Bari, "La giustizia, la politica e noi. Per un nuovo equilibrio tra i poteri dello Stato" (Cacucci ed.), il libro dell'avvocato Gianni Di Cagno, socio di Polis Avvocati.

Nell'incontro, promosso da CGIL Puglia e CGIL Bari, con l'autore interverranno: Vito Savino, già presidente del Tribunale di Bari, Roberto Olivieri del Castillo, magistrato della Corte d'Appello di Bari, Gigia Bucci, segretario generale CGIL Bari e Pino Gesmundo, segretario generale CGIL Puglia. Modera, Piero Ricci, presidente dell'Ordine dei Giornalisti Puglia. Scrive l’autore: “È necessaria una presa di coscienza dell’attuale squilibrio tra potere politico e potere giudiziario, e della necessità di avviare la faticosa ricerca di un nuovo equilibrio. Un compito, questo, che non può riguardare solo politici e magistrati, ma che deve essere vissuto come una sorta di dovere civico, di impegno morale, da parte di tutti noi cittadini”.

Read more

“Le garanzie europee per i diritti procedurali degli arrestati”, ieri la tavola rotonda di Antigone, con la relazione dell’avvocato Laforgia

by Comunicazione in Diritto Penale, Eventi, News

"Libertà personale e difesa sono diritti inviolabili, che devono essere pienamente garantiti a chiunque, indipendentemente dalla nazionalità, dalla lingua, dalla religione. E anche nella condizione di immigrati regolari o irregolari. E' un problema solo degli indagati e degli imputati? Non direi. E' un problema nostro. E dovremmo tenerlo bene a mente, in una fase in cui la tendenza è il passaggio dallo stato sociale allo stato penale, in chiave di generalizzato incremento  delle tecniche di privazione e limitazione delle libertà personali, e di compressione, se non di negazione, dei diritti fondamentali. Il tema dei diritti procedurali rientra tra questi". E' partito da questo assunto il penalista Michele Laforgia, socio di Polis Avvocati, ieri relatore nella tavola rotonda "Le garanzie europee per i diritti procedurali degli arrestati", organizzata dall'associazione Antigone Puglia, con il patrocinio del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Bari. L'avvocato Laforgia ha quindi approfondito il tema della Direttiva 2010/64/UE sul diritto alla traduzione e interpretazione nei procedimenti penali, attuata nell'ordinamento italiano con il DLgs. 32/2014, che ha portato alla riscrittura dell'art. 143 c.p.p, che ora disciplina il diritto dell'imputato all'interprete e alla traduzione di atti fondamentali. Al quale, nel 2015, si sono aggiunti i casi che riguardano i testimoni e le persone offese. Nel 2016 inoltre è stato inserito l'art. 67 bis c.p.p. che ha istituito l'elenco nazionale degli interpreti e traduttori.  

Read more
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Informativa sui cookie
Ok