Crac FSE: Giudice del Lavoro dichiara legittimo il licenziamento da parte delle Ferrovie del Sud Est, assistite da Gianni Di Cagno

by Comunicazione in Rassegna Stampa

La stampa di oggi, 22 luglio 2021, riporta la notizia della sentenza del Giudice del Lavoro di Bari, dott.ssa Angela Vernia, che ha dichiarato la legittimità del licenziamento in tronco irrogato nel 2016 dalle Ferrovie del Sud Est in danno del proprio dirigente ing. Francesco Paolo Angiulli.

La vicenda è quella emersa a seguito delle indagini interne disposte dopo il commissariamento di FSE, che portarono alla luce la prassi per cui l’Amministratore di FSE avv. Fiorillo nominava l’ing. Angiulli RUP in svariate gare d’appalto, e subito dopo questi nominava il Fiorillo “supporto al RUP”, così consentendogli cospicui guadagni extra.

Il Giudice del Lavoro – accogliendo integralmente le ragioni di FSE, assistita dall’avv. Gianni Di Cagno, socio fondatore di Polis – ha statuito che le reiterate nomine del Fiorillo come “supporto al RUP”, disposte dall’Angiulli, per un verso violavano sotto plurimi aspetti i regolamenti interni dell’Azienda, e per altro verso determinavano “una palese situazione di grave conflitto di interessi, che ha chiaramente comportato una illegittima commistione tra la posizione del controllore e quella del controllato”, così riconoscendo la ricorrenza della giusta causa del licenziamento.

Rassegna stampa

La Gazzetta del Mezzogiorno 22072021 FSE

Repubblica Bari 22072021 FSE

Repubblica Bari 22072021 FSE2

 

 

Tags: ,

Comments are closed.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Informativa sui cookie
Ok