Showing posts tagged with: Francesco Paolo Bello

L’articolo degli avvocati Francesco Paolo Bello ed Emanuela Lupo nel libro edito da Giappichelli sulla legge “sblocca cantieri”

by Comunicazione in Diritto Amministrativo, Professione e avvocatura

È in libreria, per i tipi di Giappichelli (nella collana Le novità legislative), il volume "La legge "sblocca cantieri" (Legge 14 giugno 29019 n. 55). Le novità del Codice dei contratti pubblici", a cura di Marco Mariani, Leonardo Spagnoletti ed Emilio Toma. Nel testo vi è anche il contributo degli avvocati Francesco Paolo Bello, managing partner di Polis Avvocati, e Emanuela Lupo, dedicato alle "Procedure di affidamento in caso di fallimento dell'esecutore o di risoluzione del contratto e misure straordinarie di gestione". Il volume nasce dall’attività coordinata di un nutrito gruppo di operatori del diritto (magistrati, avvocati, docenti universitari, funzionari pubblici) esperti nella materia dei contratti pubblici. Ciascuno degli articoli del Codice dei contratti pubblici modificati dalla Legge 14 giugno 2019, n. 55, cd. “sblocca cantieri, che ha convertito con modificazioni il D.L. 18.4.2019, n. 32, è corredato da un commento teorico-pratico. Completano il testo una prefazione di Filippo Patroni Griffi (Presidente del Consiglio di Stato) e una postfazione sul D.D.L. 28.2.2019 – delega al Governo per la riforma complessiva del Codice dei contratti all’esame del Parlamento – curata da Giancarlo Montedoro (Presidente di sezione del Consiglio di Stato).

Read more

Polis Avvocati premiata da Industria Felix 2019

by Comunicazione in Eventi, Premi, Studio legale Cooperativa

Polis Avvocati ha ricevuto il premio Industria Felix 2019, quale migliore impresa per indice percentuale Roe delle province di Bari/Bat. Polis è l’unico studio legale di Puglia, Basilicata e Molise a vedersi assegnato il riconoscimento. Industria Felix - La Puglia, la Basilicata e il Molise che competono, è stato l’evento organizzato per la quinta edizione pugliese e per le prime lucane e molisane da Industria Felix Magazine, il nuovo periodico nazionale di economia e finanza diretto da Michele Montemurro, in collaborazione con Cerved, Università Luiss Guido Carli, A.C. Industria Felix, Regione Puglia, Puglia Sviluppo, con i patrocini di Politecnico di Bari, delle Università di Bari, di Foggia e del Salento, Confindustria, Confindustria Puglia, Basilicata e Molise. Ieri sera la premiazione, a Bari, nella sala delle cerimonie a Villa Romanazzi Carducci, con le 67 imprese premiate, i rappresentati istituzionali, e una grande presenza dei media che hanno dato risalto all’evento. A ritirare il premio sono stati il presidente di Polis, Fabio Di Cagno, il managing partner Francesco Paolo Bello, e gli avvocati Enza Palmiotto e Gaja Martinelli (nelle foto). L’avvocato Fabio Di Cagno commenta: “La nostra professione, pur risentendo della crisi diffusa che interessa il settore legale, se capace di innovarsi, riesce a conseguire risultati lusinghieri. Il premio a Polis conferma la mission dello studio, e cioè quella di garantire ai nostri clienti un’offerta integrata multidisciplinare, al passo con i tempi”.  “Siamo molto soddisfatti di ricevere questo premio che coniuga capacità d’impresa e identità territoriale – aggiunge l’avvocato FP Bello -. Un riconoscimento che valorizza la nostra scelta di trasformare l’associazione professionale in cooperativa, la prima di avvocati in Italia, e di averlo fatto partendo dal Sud, dalla nostra città, Bari”. Nel corso della serata è stato anche presentato il Rapporto Pmi e Grandi imprese a cura di Cerved, data driven company italiana e una delle principali agenzie di rating in Europa, che ha analizzato i bilanci di  12.219 società di capitali con sede legale in Puglia, 1.598 società con sede legale in Basilicata e 878 in Molise, selezionando infine le 67 che sono state premiate ieri sera a Bari.   Rassegna stampa RepubblicaBari.it La Gazzetta del Mezzogiorno.it    

Read more

L’avvocato Francesco Paolo Bello interviene su La Gazzetta del Mezzogiorno sul decreto “Sblocca cantieri”

by Comunicazione in Anticorruzione Codice Appalti, Diritto Amministrativo

L'avvocato Francesco Paolo Bello, MP di Polis Avvocati, è intervenuto oggi su "La Gazzetta del Mezzogiorno" in merito al cosiddetto decreto "Sblocca cantieri" e alle modifiche da questo apportate al Codice degli Appalti (d. lgs. n. 50/2016).  

L'analisi tecnico-giuridica dell'avv. Bello, amministrativista esperto in appalti pubblici, si inserisce nell'attuale dibattito che vede il Parlamento italiano, proprio in queste ore, impegnato nella decisione sul "superemendamento" al d.lgs. "Sblocca cantieri". Di seguito il passo conclusivo dell'intervento: "È sicuramente apprezzabile la volontà del Governo di procedere a una razionalizzazione delle norme di settore. Tuttavia, le esigenze di semplificazione non possono andare a discapito delle istanze di legalità e trasparenza che devono necessariamente informare le procedure di gara: motivo per il quale, come ha recentemente sottolineato il Presidente dell’ANCE, desta non poche preoccupazioni la valorizzazione del criterio del massimo ribasso, così come il ricorso alle procedure straordinarie dovrebbe essere contenuto nei soli casi di reale emergenza. Il rischio, però, è che tutte queste riflessioni potrebbero ritenersi “superate” alla luce del cosiddetto “superemendamento” che, laddove passasse il vaglio della commissione Bilancio del Senato, comporterebbe la sospensione di alcune rilevanti previsioni del Codice Appalti per ben due anni. Tra le novità “di merito” rese note secondo le prime indiscrezioni, emerge, in particolare, l’ennesimo rimaneggiamento del tetto di ammissibilità del subappalto (si parla del 40%): modifica, quest’ultima, che, accogliendo le perplessità segnalate dalla FINCO in relazione al rischio di infiltrazioni malavitose e di peggioramento della qualità delle opere insito nel passaggio del limite dal 30% al 50%, non può che essere riportata quale ulteriore esempio dell’assoluta incertezza normativa che regna sovrana nel settore degli appalti pubblici".   Leggi l'intervento su La Gazzetta del Mezzogiorno del 4/06/2019               

Read more
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Informativa sui cookie
Ok