Showing posts tagged with: Gianni Di Cagno

L’insostenibile paralisi del pianeta giustizia: intervento dell’avvocato Giovanni Di Cagno su Repubblica Bari

by Comunicazione in Rassegna Stampa

"Da un mese e mezzo il nostro Paese è chiuso, e lavorano solo gli addetti ai servizi pubblici essenziali. E tuttavia, mentre trasporti e poste funzionano pur a scartamento ridotto, il servizio-giustizia è praticamente fermo, e non si tengono udienze neppure per situazioni urgenti ex-lege (ad esempio, le cause di licenziamento con il cosiddetto “rito-Fornero”). Pazienza, si dirà, è un’emergenza transitoria. Ma allora perché tutti si preoccupano di come possano ripartire produzione e commerci, e nessun opinionista si interroga su quando e come ripartirà la giustizia?" Esordisce così l'avvocato Gianni Di Cagno, partner di Polis Avvocati, nel suo intervento su Repubblica Bari del 22.04.2020. Il tema è quello della paralisi della giustizia nei giorni dell'emergenza coronavirus. Di seguito, l'articolo completo L'insostenibile paralisi del pianeta giustizia_Avv. Gianni Di Cagno_Rep.Bari22.04.2020  

Read more

Gli avvocati Michele Laforgia e Giovanni Di Cagno su La Gazzetta del Mezzogiorno e Repubblica Bari

by Comunicazione in News

Sui quotidiani La Gazzetta del Mezzogiorno e Repubblica, edizione di Bari, le riflessioni degli avvocati di Polis, Michele Laforgia e Gianni Di Cagno, sui cambiamenti che stiamo vivendo, a vari livelli, nei giorni dell'emergenza Covid-19. Leggi gli articoli  Gazzetta del Mezzogiorno 20.03.2020 Michele Laforgia   Rep.Bari 20.03.2020 Michele Laforgia Gazzetta del Mezzogiorno 24.03.2020 Gianni Di Cagno 1 Gazzetta del Mezzogiorno 24.03.2020 GianniDi Cagno 2    

Read more

Assoluzioni clinica “San Raffaele” di Velletri. L’avvocato Gianni Di Cagno assiste il direttore operativo

by Comunicazione in Processi

Giovanni Di Cagno Polis AvvocatiSono stati tutti assolti dal Tribunale di Roma - con la radicale formula "perché il fatto non sussiste"  i 15 imputati nel processo per una presunta truffa milionaria perpetrata in danno della Regione Lazio attraverso il Centro di Riabilitazione "San Raffaele” di Velletri. I fatti contestati risalgono a un periodo che va dal 2004 al 2010, ma Il processo di primo grado si è concluso dopo ben dieci anni dal termine delle indagini preliminari. Nel frattempo, le ingentissime somme sequestrate agli imputati sono rimaste congelate, e purtroppo il "San Raffaele Velletri" ha dovuto cessare l’attività, con rilevanti danni per i dipendenti e per i pazienti.

L'avvocato Giovanni Di Cagno, partner di Polis Avvocati, che ha difeso il direttore operativo del "San Raffaele Velletri", commenta: "Esprimo viva soddisfazione per la riconosciuta insussistenza degli addebiti mossi al mio cliente e a tutti gli altri imputati, ma provo anche una profonda amarezza per la confermata incapacità della giustizia italiana di assicurare tempi "europei" (3 anni) per l'accertamento in dibattimento della veridicità delle accuse mosse ai cittadini nella fase delle indagini".

Read more
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Informativa sui cookie
Ok