Showing posts tagged with: Michele Laforgia

Michele Laforgia presenta il libro di Carlo Bonini e Giuliano Foschini a Barletta

by Comunicazione in Eventi

L'avvocato Michele Laforgia, socio di Polis Avvocati sarà questa sera a Barletta, nella sala convegni del Castello (19.30), per presentare "Ti mangio il cuore. Nell'abisso del Gargano, una storia feroce " (Feltrinelli ed.), il libro scritto a quattro mani dai giornalisti Carlo Bonini e Giuliano Foschini. Dalla quarta di copertina: "Da tempo in Italia non esistono più soltanto la mafia siciliana, la camorra e la ’ndrangheta. C’è una quarta mafia, che oggi è la meno raccontata e conosciuta. Eppure è potente ed è la più feroce. Nelle terre che si estendono dal Gargano a San Severo, da Manfredonia fino a Cerignola, comandano le famiglie della Società foggiana e i Montanari del Promontorio. I loro tentacoli sono ormai estesi in un enorme giro d’affari internazionale. La loro violenza è arcaica e bestiale. I loro uomini firmano gli omicidi sparando al volto, perché deturpare le sembianze significa cancellare anche la memoria. C’è chi ha leccato il sangue delle vittime e chi ha fatto sparire i cadaveri dandoli in pasto ai porci. Si nasce, si cresce e si muore nel culto della vendetta. Sangue chiama sangue. Dagli anni settanta a oggi gli omicidi sono stati 360, l’80 per cento dei quali è rimasto irrisolto. Tra il 2017 e il 2018 nella sola provincia di Foggia si è registrata la media di un omicidio a settimana, una rapina al giorno, un’estorsione ogni quarantott’ore. Una mattanza che ha fatto decine di morti e ha il suo inesauribile motore nella cruenta faida decennale tra due famiglie: i Romito e i Li Bergolis. Quella di Carlo Bonini e Giuliano Foschini è un’inchiesta che, intrecciando atti giudiziari inediti, testimonianze di investigatori, magistrati e vittime di questo inferno, si fa racconto drammatico, popolato da personaggi indelebili, e smaschera una catastrofe civile ignorata troppo a lungo, a cui lo Stato ora ha dichiarato guerra. Un racconto dall’abisso inesplorato della Società foggiana, la quarta mafia italiana. Nessuno parla, nessuno vede, nessuno ricorda. Perché il potere si conquista con il sangue."

Read more

L’avvocato Laforgia si oppone alla richiesta di archiviazione dell’indagine sulla palazzina di via Archimede 16 a Bari

by Comunicazione in Diritto Penale

L'avvocato Michele Laforgia, socio di Polis Avvocati, ha discusso ieri, dinanzi al GIP del Tribunale di Bari, dott.ssa Valeria La Battaglia, l'opposizione alla richiesta di archiviazione dell'indagine sulla palazzina di via Archimede 16, a Bari, nel quartiere Japigia. La "palazzina della morte", situata a ridosso della ex discarica comunale c.d. "Caldarola", ospita - o ha ospitato - i 21 inquilini, alcuni dei quali deceduti, che dalla metà degli anni Novanta e sino a oggi, sono stati colpiti da neoplasie rare causate dai roghi della discarica. L'avvocato Laforgia ha chiesto che l'inchiesta non venga archiviata e che, anzi, la Procura disponga indagini suppletive e più approfondite. "Nel 2018 e nei primi mesi del 2019 ci sono stati due altri decessi che non sono conteggiati nei 21 in quanto l'indagine tiene conto dei casi accertati sino al 2017 - ha dichiarato -. I fatti sono vecchi, ma i reati recentissimi e rischiano di essere futuri, perché stiamo parlando di tumori che hanno una incubazione anche di 30 e 40 anni, quindi i reati si stanno consumando tuttora. Sarebbe assurdo che in una regione come la Puglia, devastata dai danni per i reati ambientali, proprio a Bari, dove abbiamo avuto e continuiamo ad avere una enorme emergenza ambientale correlata all'esposizione all'amianto della Fibronit, non ci sia una indagine completa su questa vicenda". A chiedere l'archiviazione del procedimento, nei mesi scorsi, è stato il pm Baldo Pisani, ritenendo che sia trascorso troppo tempo (la discarica è stata attiva dal 1962 al 1988) per poter individuare i responsabili dei reati contestati. Il gip si è riservata di decidere in merito all'opposizione alla richiesta di archiviazione depositata dall'avvocato Laforgia nell'interesse del Comitato delle famiglie di via Archimede 16.
 

Read more

Il Tribunale di Lecce assolve l’ex AD di Ferrovie SUD-EST difeso dagli avvocati Di Comite e Laforgia

by Comunicazione in Diritto Penale, Processi

Michele Laforgia-Andrea Di ComiteIl Tribunale di Lecce ha assolto ieri "perché il fatto non costituisce reato", Andrea Mentasti, amministratore delegato della s.r.l Ferrovie del SUD-EST  Servizi Automobilistici, con sede in Bari, difeso dagli avvocati Andrea Di Comite e Michele Laforgia, soci di Polis Avvocati (nella foto). Mentasti era imputato del reato di cui all'art. 331 c.p. per essere stato responsabile in qualità di legale rappresentante delle Ferrovie SUD-EST (dal novembre 2016), dell'interruzione del servizio pubblico di collegamento a mezzo autobus fra le località Leuca - Presicce - Casarano nel periodo di febbraio e marzo 2017. Dall'istruttoria dibattimentale è invece emerso come l'inefficienza del servizio sia dipesa "non da volontarie e deliberate scelte autolesionistiche dell'odierno imputato, bensì da materiali e dirimenti cause logistiche ed economiche", delineando così la crisi amministrativa, ma ancor più economica e finanziaria, in cui versava la società fin dal momento della nomina del Dott. Mentasti quale A.D., e risalente alla precedente gestione di Ferrovie SUD-EST.

Read more
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Informativa sui cookie
Ok